SPECIALE / REINVENTARE SE STESSI

Come reagire alle avversità

Ecco un modo per capire e reindirizzare la vostra reazione istintiva alle crisi.

JOSHUA D. MARGOLIS E PAUL G. STOLTZ

Gennaio 2010

La situazione è florida, ma all’improvviso un importante cliente chiama e dice «Cambieremo i fornitori, a partire dal mese prossimo. Temo che la vostra società non rientrerà più nei nostri piani». Oppure, tre colleghi che sono entrati in azienda circa nel vostro stesso periodo sono in vista di una promozione, mentre voi non lo siete. O la vostra squadra perde un altro ottimo membro in un terzo round di licenziamenti. Che i mercati siano deboli o meno, avete comunque necessità di raggiungere i vostri obiettivi, ma adesso dovrete fare forte affidamento su due tra i membri del gruppo meno collaborativi. Dunque, come reagite? Siete arrabbiati e delusi, sbraitate e delirate con chiunque vi ascolti? Vi sentite demoralizzati e vittime, vi rassegnate alla situazione anche se negate la dura realtà? Oppure provate un impeto di eccitazione (magari misto a paura) perché avvertite un’opportunità di sviluppare le vostre capacità e il vostro...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!