STRATEGIA

Brand DTC: la sfida della crescita

Un marchio direct-to-consumer, se vuole continuare a crescere, deve riconsiderare le innovazioni di marketing che ne hanno decretato la fortuna iniziale.

Dicembre 2021

Brand DTC: la sfida della crescita

Robert Goetzfried

Emily Weiss non aveva mai pensato che il suo blog personale sarebbe diventato un brand da 1 miliardo di dollari. L’assistente ventiquattrenne che lavorava alla Condé-Nast considerava Into the Gloss un hobby, un palcoscenico per i suoi consigli di bellezza ad altre millennial come lei. Il blog, che aveva inaugurato nel 2010, conteneva suggerimenti pratici, routine quotidiane e informazioni tipiche delle riviste e dei siti di bellezza. Nel 2014 era arrivato ad avere oltre 10 milioni di visualizzazioni al mese. Usando Into the Gloss come trampolino, Emily fondò la Glossier, una linea di prodotti di bellezza direct-to-consumer (DTC). Offrendo sia consigli sia la possibilità di ricevere a domicilio i prodotti presentati, la Glossier ha rivoluzionato la tradizionale catena di distribuzione in due passaggi, in cui una cliente riceve consigli da una consulente di bellezza in un grande magazzino e poi compra uno dei prodotti esposti. Con l’endorsement di Kim Kardashian...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!