Dicembre 2019

La Cina riuscirà a evitare una crisi di crescita?

J. Stewart Black e Allen J. Morrison

04 Dicembre 2019

  La Cina riuscirà a evitare una crisi di crescita?

Nel 2018 il ranking Global 500 di Fortune comprendeva 111 aziende con sede in Cina, poche meno delle 126 degli Stati Uniti. Nel 1995 comparivano nella lista solo tre aziende cinesi; nel 2018 tre di esse rientravano tra le prime 10. Non stupisce che alcuni osservatori prevedano che presto la Cina supererà gli Stati Uniti in quanto a numero di aziende Global 500 presenti sul suo territorio.
È perfettamente possibile che ciò accada ma il trionfo può anche sfumare. Alla fine degli anni ’90 il numero di aziende giapponesi Fortune Global 500 era vicino a superare quello delle aziende statunitensi finché la combinazione tra una forza lavoro invecchiata e una diminuzione della produttività non le fece scivolare indietro. L’esperienza del Giappone di allora, che è simile a quella della Cina di oggi, fornisce uno scomodo precedente riguardo alle conseguenze di un rallentamento della crescita interna.
Per mantenere il loro posto tra le Global 500 le aziende cinesi dovranno sviluppare quella mentalità globale che è più tipica delle multinazionali con sede in piccoli Paesi come la Svizzera, una trasformazione che fino a oggi la maggioranza delle aziende nipponiche non è riuscita ad attuare.

 

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti