SELF MANAGEMENT

COME CONTINUARE A LAVORARE QUANDO PROPRIO NON TI VA

Quattro strategie per automotivarsi

 

Ayelet Fishbach

Dicembre 2018

Motivarsi è difficile. Non per nulla lo paragono spesso a uno degli exploit di un personaggio di finzione, l'eroe tedesco Barone di Munchausen: cercare di mantenere la barra dritta quando si affronta un compito, un progetto o, persino, una carriera può farti sentire come se cercassi di tirarti fuori da una palude tirandoti per i tuoi stessi capelli. Pare proprio che nutriamo un'avversione naturale nei confronti di ogni sforzo continuato e che non ci sia dose di caffeina o poster ispirativo che siano in grado di farcela superare. Eppure, la capacità di automotivarsi in modo efficace è uno dei fattori principali che distingue i professionisti di successo da tutti gli altri. Allora, come si fa a stimolarsi ad andare avanti, anche quando non ce la sentiamo? Per certi versi, la motivazione è un fatto personale. Quello che può spronare una persona non è detto che lo faccia su un'altra. Inoltre,...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!