INNOVAZIONE

IL NUOVO IMPERATIVO DELL’INNOVAZIONE PER I CDA

I consiglieri devono ripensare il loro ruolo e la loro propensione al rischio

LINDA A. HILL E GEORGE DAVIS

Dicembre 2017

Per essere alla testa dell’innovazione bisogna realizzare una svolta epocale nella governance aziendale. Nella mischia furibonda per strappare vantaggio competitivo, i consigli d’amministrazione, un tempo la voce della prudenza che esortava i manager ad attenuare il rischio, invocano sempre più spesso innovazioni dirompenti. È una trasformazione che interessa tutti i settori, in particolare aziende come Ford, Coca-Cola, Nestlé e Unilever, alle prese con cali di vendite nei rispettivi core business.   Per abbracciare l’innovazione e i rischi che inevitabilmente comporta, i consiglieri e i dirigenti devono elaborare nuovi metodi per lavorare insieme. Come ci ha detto Mark Ganz, amministratore delegato della Cambia Health Solutions – un’azienda altamente innovativa nel settore della sanità – le riunioni del CdA non sono più incentrate su presentazioni in PowerPoint dei manager seguite da qualche domanda pro forma dei consiglieri. «Il modello è cambiato», spiega. «Ora presentiamo idee che non sono completamente sviluppate e diciamo:...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!