SPECIALE/ SOCIAL MEDIA

Il branding nell’era digitale

State spendendo male i vostri soldi

David C. Edelman

Dicembre 2010

Internet ha ribaltato il rapporto che i consumatori intrattengono con i brand. Sta trasformando la logica economica del marketing e rendendo obsolete molte strategie e strutture tradizionali della funzione. Per gli addetti al marketing, il vecchio modo di operare è diventato insostenibile. Pensateci: fino a non molto tempo fa, l’acquirente di un’automobile doveva selezionare metodicamente le opzioni disponibili finché non arrivava a quella più corrispondente ai suoi criteri. Il concessionario lo attirava nell’autosalone e concludeva la vendita. La relazione dell’acquirente con il rivenditore e con il produttore si esauriva tipicamente dopo l’acquisto. Ma oggi i consumatori sono promiscui nelle relazioni con i brand: entrano in connessione con un’infinità di brand – tramite nuovi canali mediatici che sfuggono al controllo, o anche solo alla conoscenza, del produttore e del rivenditore – e ne valutano una gamma in continuo divenire, ampliando spesso la gamma delle opzioni prima di restringerla. Dopo l’acquisto, questi...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!