IMPRENDITORIALITÀ

Oltre la Silicon Valley

Come le start-up prosperano nei luoghi più improbabili

Alex Lazarow

Aprile 2020

Le start-up tecnologiche ad altissima crescita sono il miracolo degli ultimi decenni. I cosiddetti “unicorni” (società alimentate da capitali privati e valutate un miliardo di dollari e più) hanno modificato la struttura stessa delle nostre vite e trasformato il modo in cui facciamo business. Queste aziende, concentrate nelle capitali e in città ricche di talenti come Palo Alto, Londra e Tel Aviv, sono fonte di ispirazione per imprenditori e manager in tutto il mondo. La maggior parte sembra seguire il medesimo schema: inizia con un piano “dirompente” per rivoluzionare un settore esistente, ricorre a iniezioni di capitali per crescere il più rapidamente possibile e accetta rischi elevati nella corsa a dominare il mercato. Questo, però, non è l'unico modo per lanciare una start-up di successo. In qualità di venture capitalist, ho lavorato nell'ultimo decennio con aziende tecnologiche ad altissima crescita situate in luoghi improbabili, molto distanti da qualunque zona calda...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!