FINANZA & IMPRESA

I BUYBACK STANNO DAVVERO BLOCCANDO GLI INVESTIMENTI?

COSA SFUGGE ALLE ARGOMENTAZIONI CONTRO I RIACQUISTI AZIONARI

DI JESSE M. FRIED, CHARLES C.Y. WANG

Aprile 2018

Non è un segreto che l'economia americana soffra attualmente di due malattie che vanno a braccetto: una crescita lenta e una crescente diseguaglianza dei redditi. Molti ne attribuiscono la colpa alle maggiori imprese quotate alla Borsa americana. L'accusa è che queste società preferiscano distribuire agli azionisti la liquidità generata dalla propria attività tramite il riacquisto di azioni e i dividendi anziché investire sul lungo periodo e che, in questo modo, compromettano la crescita dei posti di lavoro e il futuro economico del Paese. Distribuzioni eccessive agli azionisti – si dice inoltre – non fanno che aumentare le diseguaglianze: provocano una stagnazione degli stipendi mentre arricchiscono azionisti ed executive.   I buyback, in particolare, hanno attratto l'ira di chi critica la corporate America. Larry Fink, CEO della società di gestione degli investimenti BlackRock, per esempio, ha messo in guardia i leader delle aziende dalla tentazione di «offrire ritorni immediati agli azionisti,...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!