Aprile 2017

Tiffany: come creare una supply chain sostenibile

Frédéric Cumenal

Aprile 2017

Tiffany: come creare una supply chain sostenibile

prezzo 5,00

L’integrazione verticale rappresenta uno dei principali vantaggi competitivi di Tiffany ed è radicata in questa azienda per due motivi: la profonda convinzione che le grandi maison del lusso debbano realizzare le proprie creazioni e l’altrettanto radicata persuasione che la tracciabilità dei diamanti sia il modo migliore per garantire la responsabilità sociale e ambientale.

L’attenzione di Tiffany verso la sostenibilità è maturata circa 25 anni fa dalla crescente consapevolezza dell’uso di agenti chimici tossici nell’estrazione dei metalli preziosi nonché dei rischi legati ai “diamanti insanguinati” provenienti da Paesi in guerra. Da allora l’azienda è stata sempre all’avanguardia nel suo settore in materia di tutela dell’ambiente e dei diritti umani. Sulle sue pietre viene inciso al laser un microscopico codice che ne indica la provenienza, per cui Tiffany è in grado di garantire l’affidabilità della sua catena del diamante.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

Edizione Digitale

Leggi Hbr Italia
anche su tablet e computer

Newsletter

Lasciaci la tua mail per essere sempre aggiornato sulle novità di HBR Italia