SPECIALE / GESTIRE IL CROWDSOURCING

Risolvere i problemi con l’aiuto delle comunità

Un’iniziativa nel campo dell’assistenza sanitaria dimostra come le imprese di tipo tradizionale possano co-creare soluzioni con i loro partner e cambiare le regole del gioco.

 

FRANCIS GOUILLART E DOUGLAS BILLINGS

Aprile 2013

Tutte le aziende – anche quelle più tradizionali e che appartengono a settori totalmente B2B  – si trovano ormai a operare in un ambiente molto simile a Facebook. I loro leader devono essere organizzatori di comunità che si sforzano di coinvolgere i clienti, i fornitori, i dipendenti, i partner, i cittadini e i regolatori da cui è composto il proprio ecosistema. Lo si può fare efficacemente fornendo ai predetti stakeholder i mezzi necessari per connettersi con l’azienda – e tra di loro – e incoraggiandoli a inventare costantemente nuove soluzioni in grado di creare valore per le proprie organizzazioni e per se stessi. Questo approccio si discosta totalmente dalla vecchia logica di gestire i vari interlocutori con dei processi specifici: marketing e vendite per i clienti, acquisti per i fornitori, politiche di sviluppo delle risorse umane per i dipendenti e così via. Il problema dei processi tradizionali è che non...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!