ESPERIENZE

Sapete gestire un fallimento?

Una reazione sbagliata a un insuccesso può fare naufragare la vostra carriera. Scoprite a quale profilo corrispondete e adottate delle strategie per cambiare le vostre cattive abitudini.

Ben Dattner e Robert Hogan

Aprile 2011

Nel geniale film Rashomon del 1950, il regista giapponese Akira Kurosawa rappresenta quattro volte la storia di uno stupro e un omicidio, vista ogni volta dalla prospettiva di un personaggio diverso. Il messaggio è chiaro: persone diverse possono percepire gli stessi eventi in modi estremamente differenti. Nell’ambiente di lavoro, questo fenomeno è particolarmente evidente quando si tratta di risultati e insuccessi. Un esito che magari un dipendente potrebbe trovare sufficiente, per il suo capo può essere totalmente inaccettabile. Quando un progetto si rivela un flop inequivocabile, tra colleghi spesso non si riesce a trovarsi d’accordo sulle cause. Queste reazioni e i loro effetti sui rapporti nell’ambiente di lavoro possono diventare addirittura più problematici dell’evento originale. Di conseguenza, il tipo di reazione dei dipendenti ai feedback negativi è di grande importanza per i manager e le organizzazioni, ed è un fattore determinante per il successo di una carriera. Consideriamo il caso...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!