SPECIALE / Apprendere dagli insuccessi


Costruire la resilienza

Cosa possono imparare le imprese da un programma pionieristico dell’esercito per promuovere una crescita post-traumatica.

Martin E. P. Seligman

Aprile 2011

Diciotto mesi fa, Douglas e Walter, due MBA della University of Pennsylvania, sono stati licenziati dalle aziende di Wall Street per cui lavoravano. Sono caduti entrambi in depressione: erano tristi, apatici, indecisi e ansiosi per il futuro. Per Douglas, quello stato d’animo è durato poco: dopo due settimane si è detto: «Non è colpa mia; è l’economia che va male. Sono bravo nel mio lavoro e ci dev’essere un mercato che apprezza le mie competenze». Ha aggiornato il curriculum e l’ha inviato a una dozzina di aziende newyorkesi che lo hanno rifiutato. Poi ha contattato sei aziende della sua città natale, nell’Ohio, e alla fine ha trovato un posto. Walter, per contro, si è lasciato prendere dalla rassegnazione: «Mi hanno licenziato perché non sono in grado di rendere sotto pressione», pensava. «Non sono tagliato per la finanza. L’economia ci metterà degli anni a riprendersi». E nonostante il miglioramento del mercato,...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!