SPECIALE / Apprendere dagli insuccessi

Come evitare la catastrofe

Gli insuccessi sono inevitabili. Ma se analizzate puntualmente i mancati incidenti, potete prevedere e prevenire le crisi.

Catherine H. Tinsley, Robin L. Dillon e Peter M. Madsen

Aprile 2011

L’idea in breve Per quasi tutti, i “mancati incidenti” sono disastri sfiorati che avrebbero potuto avere conseguenze molto più tragiche – il caso tipico è quello del pompiere che riesce a fuggire da un edificio in fiamme qualche attimo prima che crolli, o del tornado che cambia miracolosamente direzione all’ultimo istante evitando una città. Questi eventi sono rari casi di salvataggio in extremis che ci lasciano scossi e alla ricerca di lezioni di apprendere. Ma c’è un’altra categoria di mancati incidenti, molto più comuni e perniciosi. Sono i piccoli insuccessi, spesso inosservati, che permeano l’operatività quotidiana ma non creano danni nell’immediato. Le persone sono abituate a interpretare impropriamente o a ignorare i segnali di pericolo incorporati in questi piccoli insuccessi, che di conseguenza spesso non vengono esaminati o, peggio ancora, vengono considerati segnali di resilienza dei sistemi e di andamento positivo del business. Eppure questi eventi apparentemente innocui costituiscono frequentemente...

Hai ancora 3 articoli gratis. Clicca qui per leggere questo l'articolo.

oppure Accedi per continuare la lettura

Se hai un abbonamento, ACCEDI per leggere l'articolo e tutti gli approfondimenti.

Altrimenti, scopri l'abbonamento a te dedicato tra le nostre proposte.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

3 / 3

Free articles left

Abbonati!