La medicina ha bisogno di un nuovo tipo di eroe

di Atul Gawande

Settembre 2012

Atul Gawande, chirurgo e scrittore, spiega come il porsi semplici domande prima dell’inizio di un intervento – come: «Abbiamo dato al paziente il suo antibiotico» o «ci siamo presentati?» – possa ridurre malattie e morti di più di un terzo. Questo esercizio, pur sembrando semplice, è spesso accolto con ostilità perchè mette alla prova le tanto amate concezioni dei medici di reputazione, autonomia e competenza.In questa intervista, il senior editor di HBR Gardiner Morse chiede a Gawande cosa rivela la sua checklist sulla cultura della medicina e come i suoi malfunzionamenti possano essere eliminati.Atul Gawande, chirurgo e scrittore, spiega come il porsi semplici domande prima dell’inizio di un intervento – come: «Abbiamo dato al paziente il suo antibiotico» o «ci siamo presentati?» – possa ridurre malattie e morti di più di un terzo. Questo esercizio, pur sembrando semplice, è spesso accolto con ostilità perchè mette alla prova le tanto amate concezioni dei medici di reputazione, autonomia e competenza.In questa intervista, il senior editor di HBR Gardiner Morse chiede a Gawande cosa rivela la sua checklist sulla cultura della medicina e come i suoi malfunzionamenti possano essere eliminati.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Hbr Italia

Caratteri rimanenti: 400

Edizione Digitale

Leggi Hbr Italia
anche su tablet e computer

Newsletter

Lasciaci la tua mail per essere sempre aggiornato sulle novità di HBR Italia