Strategia

La vita di un americano a capo di una multinazionale tedesca

La vita di un americano a capo di una multinazionale tedesca

L’autore ottenne il suo primo incarico all’estero all’età di 29 anni, quando era direttore vendite di Xerox, responsabile di un team a New York. L’azienda lo inviò a Puerto Rico per risollevare le sorti di un business in crisi. Poiché non conosceva né la cultura né il mercato locale, si presentò senza un programma e per due settimane si limitò ad ascoltare le persone. Imparò le frasi più importanti in spagnolo in modo da poter interagire con il suo nuovo team. Questa esperienza gli fu utile quando, più avanti nella sua carriera, si trovò a gestire persone appartenenti a culture diverse.
Nel 2002 fu assunto da SAP come responsabile per il Nordamerica, regione dove l’azienda era in difficoltà. Egli individuò uno dei motivi del problema nella convinzione di poter semplicemente trasferire le strategie utilizzate nel mercato tedesco a quello statunitense. «In qualunque Paese ci si trovi guidare un’azienda significa leggere lo spazio, rispettare la cultura e comprendere le sfumature con cui le persone percepiscono le informazioni», scrive McDermott. «Bisogna preoccuparsi di ciò di cui quella cultura ha bisogno e non concentrarsi sul proprio programma e su come realizzarlo».
Un esempio di ciò è il fatto che, malgrado abbia deciso con la moglie di mantenere la casa di famiglia a Philadelphia, McDermott ha messo su casa anche a Heidelberg, in modo da dimostrare ai dipendenti che far parte della cultura tedesca è importante per lui.

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center