Il Coraggio: impariamo a coltivarlo, come qualsiasi altra competenza

ALESSANDRA COLONNA

18 Aprile 2018

Avrei voluto, ma mi è mancato il coraggio… Ci hanno abituato a credere che il coraggio sia qualcosa di eclatante, ingombrante, epico. Qualcosa che si manifesta attraverso gesti altrettanto potenti, per non dire estremi. Questo modo di pensare ci porta a temerlo, ad averne soggezione, a considerarlo eccezionale.

Le cronache quotidiane ci restituiscono notizie di coraggio che, pur impressionandoci, ci inducono a prenderne le distanze. Come competere con chi è capace di gettarsi tra le fiamme di un incendio senza pensarci due volte o con chi pone fine al proprio rapporto di lavoro pur di non vedere calpestato un ideale? Gesta mirabili, eroiche e, in quanto tali, apparentemente riservate a pochi.

Da manager, esperta di negoziazione e osservatrice delle dinamiche relazionali che intercorrono tra le persone sedute intorno allo stesso tavolo negoziale, mi sono chiesta: possibile che non ci siano altre sfumature di coraggio?! Da tale interrogativo è nato un percorso di ricerca che ha portato me e il mio team a decidere di dedicare la VII edizione del nostro annuale Evento Corporate a questo tema: La Banalità del Coraggio.

Perché questa scelta? Per sfatare un mito: quello secondo cui il coraggio, “uno non se lo può dare”, come fa dire Manzoni a Don Abbondio. In pratica, non lo si potrebbe coltivare come una qualsiasi altra competenza. Ma ciò, a nostro avviso, sa molto di alibi, comodo e inattaccabile.

Ecco perché non siamo d’accordo. Il Coraggio Umano non ha, né deve avere, una portata di eccezionalità. È per tutti, ma non lo sappiamo. Se oggi tuttavia non è così, si spera che l’unica causa sia legata al fatto che non ci è dato sapere come gestirlo e maneggiarlo. O semplicemente come saperlo riconoscere.
Vogliamo pensare che ci sia una chiave anche per questo: strumenti pratici che ci possano aiutare ad allenarci per portare coraggio nelle nostre vite lavorative e personali, nei rapporti con le persone. Con i fatti.

Un tema che, a mio parere, ha molto a che vedere con l’organizzazione aziendale agile, con lo smart working e l’azienda 4.0, di cui tanto si parla. Argomenti fascinosi. Sfide innovative che porteranno a un miglioramento qualitativo dei processi produttivi a condizione che vengano affrontate con il giusto approccio, con competenze mirate in grado di fronteggiare l’incognita del cambiamento.
E uno sguardo coraggioso che punti al futuro, liberato dai vincoli delle eredità del passato o dalla paura di sbagliare.

Uno sguardo così forse si può allenare. Anzi, si deve.
Di questo e altro parleremo il 18 maggio a Milano. Lo faremo con il prezioso contributo dei nostri ospiti e del pubblico. Proveremo a metterci in gioco tutti, per vivere un’esperienza dentro il teatro, la vita vera e la ricerca di ciascuno di noi.

La Banalità del Coraggio – venerdì 18 maggio 2018 ore 9.00, Palazzo Castiglioni - Sala Orlando, Corso Venezia 47, Milano.
Per informazioni e iscrizioni: http://bit.ly/2FN8ipc


  ALESSANDRA COLONNA è Managing Partner di Bridge Partners®.
È autrice del libro Il Manager della Negoziazione - Creare valore e capitale sociale in azienda, pubblicato da Mind Edizioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center