Aiuto! La generazione Y è in azienda

01 Aprile 2009

Josh Erickson, un giovane collaboratore della Rising Entertainment, è frustrato perché il suo capo, la responsabile del marketing Sarah Bennett, non ascolta le sue idee sull’utilizzo dei nuovi media per la promozione dei film. Pensa che Sarah sia ferma agli anni Novanta, quando la gente guardava ancora la TV! Trascurando un po’ la presentazione interna che deve tenere, sviluppa un piano e ne accenna al CEO quando lo incontra nel corridoio. Il CEO appare entusiasta, ma Sarah è molto seccata con Josh perché l’ha scavalcata – e ha preparato una presentazione inferiore alle attese. Come possono lavorare efficacemente insieme questi rappresentanti di due generazioni così diverse? Gli scontri tra l’impaziente generazione Y e la più tradizionale generazione X sono inevitabili, ma certamente gestibili, dice Ron Alsop, autore di the Trophy Kids Grow Up. Tanto per cominciare, Sarah dovrebbe rimproverare Josh perché l’ha scavalcata; e lui dovrebbe rispettarne l’autorità e collaborare con lei, non bypassarla. Ma Sarah deve farsi carico delle frustrazioni di Josh. Come molti altri componenti della generazione Y, questo ragazzo vuole essere sicuro di dare un contributo effettivo, e ha bisogno di un feedback costruttivo sui suoi suggerimenti.Pamela Nicholson, presidente delle Rent-A-Car, dice che di fronte all’entusiasmo del CEO, Sarah dovrebbe elogiare l’iniziativa di Josh ma ricordargli l’esigenza di coinvolgerla sempre e costantemente. Sarah e Josh potrebbero anche sviluppare una relazione più produttiva se la Rising Entertainment organizzasse dei programmi di formazione e di feedback per facilitare l’integrazione dei membri della generazione Y nella propria forza lavoro.Jim Miller, vice presidente esecutivo della General Tool & Supply, pensa che Josh abbia reso un cattivo servizio al suo team svolgendo male il compito che gli è stato assegnato. Sarah deve abituarlo a diventare un buon giocatore di squadra attraverso il coaching, e fissare delle aspettative chiare per quanto riguarda la performance e la comunicazione. Ma avrebbe potuto fare molto di più per validare la sua buona idea – chiedendogli per esempio di dirigere alcuni esperimenti per il gruppo.(Titolo originale: Gen Y in the Workforce, HBR, February 2009)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center