Come trasformare un portfolio di aziende in un motore di crescita

Nel 1985 WPP era una piccola azienda quotata del valore di circa 1,3 milioni di dollari che produceva carrelli per la spesa e altri prodotti in reticolato metallico e plastica. Oggi è la più grande società di servizi di pubblicità e marketing del mondo e vale circa 30 miliardi. Sorrell illustra dettagliatamente come è avvenuta questa crescita e perché prosegue pur in un settore che presenta dei vincoli all’aumento del fatturato lordo. 

Nei due anni successivi all’acquisto di WPP, che aveva concepito fin dall’inizio come un contenitore, Sorrell e il suo team hanno effettuato 18 acquisizioni mirate ad aziende specializzate nelle funzioni di marketing meno visibili, come confezionamento, progettazione e promozioni («La visibilità maggiore è riservata ai fascinosi aspetti creativi alla Don Draper»). Hanno poi acquisito J. Walter Thompson e Ogilvy & Mather con un esborso complessivo di oltre un miliardo di dollari. Con la recessione WPP si trova eccessivamente esposta verso i debitori e l’autore ne trae la conclusione che è venuto il momento di giustificare l’esistenza della società madre. Il team di vertice punta allora a investire sulle proprie persone nonché sul patrimonio immobiliare e lancia una serie di progetti di sviluppo e retention dei talenti. In collaborazione con altre aziende disloca aziende operative in diversi mercati mondiali, centralizza gli approvvigionamenti e standardizza hardware e software in tutto il gruppo. Il processo di creazione di orizzontalità, che si è accelerato negli ultimi dieci anni, permette ai clienti di avere accesso ai migliori talenti e alle migliori idee dell’intero portafoglio WPP e mantiene l’azienda sempre in crescita.

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center