I consigli del co-fondatore di Twitter: create le vostre opportunità

 

Non essendo riuscito a entrare nella squadra di pallacanestro, di baseball e di football del liceo, l’autore convinse la direzione a crearne una di lacrosse, confidando che nessuno ne sapesse molto più di lui su questo sport. Alla fine divenne un buon giocatore e capitano della squadra. Da questa esperienza ha tratto una lezione preziosa: le opportunità vanno create, non aspettate. Una lezione cui ha improntato la sua carriera. Per esempio, mentre lavorava come traslocatore part-time per l’editore Little, Brown capitò che si dovesse creare una sovra-copertina. La sua conoscenza di Photoshop e Quark gli permise di elaborare rapidamente un progetto e di farlo scivolare tra le altre proposte: direttore e vendite lo scelsero ritenendolo il migliore e gli venne offerto un impiego a tempo pieno.

Dopo un paio di start-up e un periodo in Google, Stone elaborò con un caro amico l’idea di Twitter. Il suo compito divenne allora quello di “portare umanità nella tecnologia” e contribuire a “plasmare la nostra storia per il mondo esterno” (suo anche il logo con l’uccellino).

La sua ultima impresa è Jelly Industries, un’azienda di sette persone di cui è Ceo. Qui ha imparato che il compito più importante di questa figura è comunicare in modo costante.

 

Titolo originale: “Twitter’s Cofounder on Creating Opportunities”, HBR, July-August 2015.

 

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center