Squali di brevetti

Le società di ricerca e sviluppo subiscono sempre più la minaccia dei cosiddetti patent shark, gli squali di brevetti, società con una proprietà intellettuale nascosta che emergono quando i loro diritti vengono inavvertitamente violati e minacciano di adire le vie legali. Di solito attaccano alle spalle e i tradizionali strumenti di difesa delle aziende, pensati per combattere un concorrente visibile, sono fondamentalmente inutili contro questa strategia di guerriglia. Il professor Henkel del Politecnico di Monaco e il professor Reitzig della London Business School propongono quattro principi per aiutare le aziende a prevenire questo tipo di attacchi. Smettere di ammassare immensi portafogli di brevetti in vista di un cross-licensing con la concorrenza. Creare un’interdipendenza tecnologica può funzionare tra concorrenti interessati a scambiarsi tecnologie. Gli squali di brevetti, invece, puntano soltanto a guadagni di tipo monetario. Semplificare gli standard e creare architetture più modulari. Le aziende diventano vulnerabili quando la tecnologia di proprietà di uno squalo è incorporata all’interno di uno standard che non possono né smettere di usare, né sostituire con un’alternativa praticabile. La soluzione è semplificare gli standard per ridurre al minimo il nucleo di componenti insostituibili e creare un’architettura più modulare, in modo da poter sostituire un eventuale modulo contestato con un equivalente legittimo. Avviare la collaborazione con i concorrenti a uno stadio precoce del processo di ricerca e sviluppo. Svelare alla concorrenza delle idee non protette può sembrare controintuitivo, ma scambiare informazioni nella fase iniziale può invece evitare alle aziende di sviluppare prodotti vulnerabili agli attacchi degli squali. Promuovere la cooperazione interdivisionale e interaziendale. Mettere a disposizione un legale esperto di proprietà industriale fin dall’inizio dei progetti riduce i costi per la protezione della tecnologia di alta qualità nelle fasi successive. Smettere di inondare gli uffici brevetti di invenzioni insignificanti. Di fatto, il diluvio di richieste ha reso più facile per gli squali assicurare protezione a innovazioni banali, incrementando in tal modo le possibilità che un’azienda violi inconsapevolmente un brevetto. (Titolo originale: Patent Sharks, HBR June 2008)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center