Editoriale

Harvard Business Review cambia: nuova grafica, stessa qualità

Da questo numero Harvard Business Review cambia aspetto, ma modifica anche la struttura interna. Per contro, la sostanza della rivista, la prima al mondo nel segmento business & management, naturalmente non muta. Anzi, punta a un ulteriore miglioramento della qualità dei contenuti. E a un netto rafforzamento della connessione tra la versione a stampa e quanto si può trovare online nel nostro sito hbritalia.it.

L'edizione originale americana di Harvard Business Review modifica la sua cadenza di uscita, passando da dieci a sei numeri l'anno. Quella italiana mantiene invece la cadenza mensile di dieci numeri l'anno, con due numeri doppi: gennaio-febbraio e luglio-agosto. I contenuti diventano più ricchi e articolati: la nuova diversa periodicità si accompagnerà comunque a una maggiore quantità di articoli e rubriche.

Questo rafforzamento, i lettori potranno verificare, avviene sulle due versioni. Nella versione online, infatti, vengono pubblicati numerosi articoli che in parte si riversano nell'edizione a stampa e in parte sono fruibili esclusivamente online. Non occorre sottolineare che, come sempre, autori di questi articoli sono i migliori esperti del mondo nelle varie discipline. Naturalmente, ogni articolo è acquisibile separatamente ed è scaricabile, conservabile e stampabile.

Il nuovo sito di Harvard Business Review Italia ha a sua volta una nuova grafica, aderente a quella digitale. della rivista originale, con contenuti più articolati e arricchiti. Anche in questo caso l'elemento essenziale è la coerenza e la qualità dei contenuti che hanno reso questa rivista nota nel mondo del management e delle professioni.

L'edizione italiana è dunque oggi fruibile nella versione a stampa e in quella digitale, mediante Pc, tablet e smartphone. Gli abbonamenti delle due versioni restano distinti ma l'utilizzo più coerente e vantaggioso si genera con un abbonamento combinato, che resta l'opzione migliore poichè consente la lettura in ogni ambito: a casa, in ufficio, in un viaggio di lavoro o in vacanza.

Come i lettori sanno, Harvard Business Review Italia è spesso ulteriormente arricchita da supplementi, ben otto su dieci numeri nel 2016. Si tratta di studi di forte contenuto professionale, realizzati in esclusiva per la nostra rivista da autori di primaria rilevanza, del mondo del management, della consulenza e dell'università. Si tratta ormai di una sezione integrante della rivista, che puntiamo non solo a mantenere, ma a rafforzare anche nel 2017 e negli anni successivi.

Il mondo sta cambiando a velocità e ritmi crescenti. Ne abbiamo parlato recentemente, con lo studio Progetto Macrotrends-Orizzonte 2030 che abbiamo pubblicato nello scorso numero di dicembre. I feedback dei lettori a questo studio sono stati molto intensi e lusinghieri e ci confermano nell'intenzione di rendere questa pubblicazione un regolare rapporto annuale dedicato al futuro. In realtà, tutto il lavoro della rivista è orientato da una parte ad analizzare le migliori pratiche di gestione dell'impresa per aiutare manager, imprenditori e professionisti a eccellere nel loro lavoro, e da un'altra parte a guardare all'evoluzione futura. È questa la cifra stilistica di Harvard Business Review e questo resta l'impegno ineludibile che prendiamo una volta ancora con i nostri lettori.

Buon lavoro!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center