Gestite la vostra cultura emotiva

La maggior parte delle aziende non si rende conto di quanto fondamentali siano le emozioni nel costruire la cultura giusta. Tendono infatti a concentrarsi sulla cultura cognitiva, cioè su valori intellettuali, norme, presupposti e produzioni condivise che danno il tono generale al modo di pensare e agire dei lavoratori. Benché estremamente importanti, queste dimensioni sono soltanto una parte della questione. La ricerca degli autori di questo articolo dimostra come un altro aspetto fondamentale riguardi la cultura emotiva, la quale governa i sentimenti che le persone provano ed esprimono nell’ambiente lavorativo.

Barsade e O’Neill hanno rilevato come la cultura emotiva influenzi la soddisfazione, il lavoro di squadra, i livelli di burnout dei dipendenti e persino misure “hard” quali la performance finanziaria e l’assenteismo. Quindi un manager che non capisca o ignori questo aspetto trascura una delle componenti vitali che fanno funzionare un’organizzazione e questa di conseguenza ne soffrirà. 

Lasciando spazio alle emozioni sul luogo di lavoro, non solo, plasmandole consapevolmente, un leader può motivare meglio i suoi sottoposti. L’articolo illustra alcune delle manifestazioni della cultura emotiva di un’azienda (dalla gioia e dal cameratismo alla paura) e l’impatto che essa può avere in una serie di settori e contesti. Suggerisce inoltre come creare e mantenere una cultura emotiva in grado di contribuire al raggiungimento degli obiettivi aziendali.

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center