Le cinque forze competitive che plasmano la strategia

Nel 1979, Michael Porter, un giovane professore associato della Harvard Business School pubblicò il suo primo articolo per l’HBR, “How Competitive Forces Shape Strategy”. Negli anni successivi la teoria delle cinque forze che determinano la profittabilità di lungo termine di qualunque settore ha influenzato una generazione di ricerca accademica e di pratica manageriale. In questo articolo, Porter riprende ed estende il suo lavoro – ormai divenuto un classico – sulla formulazione della strategia, e introduce nuovi importanti paragrafi che spiegano come mettere in pratica l’analisi delle cinque forze. Le cinque forze governano la struttura di profitto di un settore attraverso la determinazione del modo in cui viene ripartito il valore economico che crea. Quel valore si potrebbe naturalmente azzerare attraverso la rivalità tra concorrenti in essere, ma potrebbe anche essere negoziato attraverso il potere dei fornitori o il potere dei clienti, o essere vincolato dalla minaccia di nuovi entranti o dalla minaccia di sostituti. La strategia si può considerare come la costruzione di difese da opporre alle forze competitive o come il reperimento di una posizione all’interno di un settore, in cui le forze sono più deboli. I cambiamenti che intervengono nell’intensità delle forze segnalano cambiamenti nel panorama competitivo che sono critici per la formulazione continuativa della strategia. Analizzando le implicazioni dello schema delle cinque forze, Porter spiega perché un settore in rapida crescita non è sempre profittevole, che l’eliminazione dei concorrenti di oggi attraverso le fusioni e le acquisizioni può ridurre il potenziale di profitto di un settore, che le politiche governative hanno un ruolo significativo in quanto modificano l’intensità relativa delle forze, e che le forze si possono usare per comprendere i fattori complementari. Poi dimostra che un’azienda può influenzare le forze critiche del proprio settore per creare una struttura più favorevole a sé o per espandere la “torta” complessiva del profitto. Le cinque forze spiegano perché la profittabilità di un settore è quella che è. Solo comprendendole, un’azienda può incorporare le condizioni specifiche del settore nella propria strategia. (Titolo originale: “The Five Forces That Shape Strategy”, January 2008)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center