Dicembre 2016

Le visualizzazioni che funzionano davvero

Le visualizzazioni che funzionano davvero

Fino a non molto tempo fa la capacità di creare brillanti visualizzazioni dei dati era una gradita capacità dei manager più inclini ai dati e alla grafica. Oggi è diventata un must per tutti i manager in quanto è spesso l’unico modo per capire il lavoro che svolgono. La presa di decisione si basa sempre più sui dati, ma questi si accumulano a una velocità e in quantità talmente schiaccianti da rendere imprescindibile un qualche livello di astrazione . Grazie a Internet e a un numero crescente di strumenti abbordabili, questo tema della visualizzazione è diventato accessibile a tutti, benché tale comodità rischi di produrre rese grafiche appena adeguate o addirittura poco efficaci.

Con una semplice risposta a due domande preliminari, scrive Berinato, possiamo metterci in condizione di procedere al meglio: l’informazione che vogliamo comunicare è concettuale o quantitativa? Stiamo affermando qualcosa o esplorando la questione? L’autore ci guida a un semplice processo per identificare quale tra quattro tipi di visualizzazione permette di raggiungere più efficacemente gli obiettivi: presentazione di un’idea, generazione di un’idea, scoperta visiva o visualizzazione di dati ordinaria.
L’articolo è tratto dal libro appena pubblicato dall’autore con il titolo Good Charts: The HBR Guide to Making Smarter, More Persuasive Data Visualizations.

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center