Come far decollare l’economia clean-tech

Miliardi di dollari nel mondo vengono impiegati nella ricerca di tecnologie pulite ed energie rinnovabili. Finora, però, la stragrande maggioranza degli investimenti è stata fatta da aziende che utilizzano i modelli di business tradizionali per adattare le nuove tecnologie ai sistemi esistenti. Un approccio di gran lunga migliore, sostengono Johnson e Suskewicz, sarebbe quello di creare sistemi del tutto nuovi.Gli autori propongono un modello che aiuti a riflettere sulla tecnologia pulita e che comprenda quattro componenti: una tecnologia che ne consenta lo sviluppo, un modello di business innovativo, un'attenta strategia di adozione del mercato e una politica pubblica favorevole. Due esperimenti condotti di recente mostrano come sia possibile applicare un modello così strutturato: Better Place, società fondata dall'esperto di software Shai Agassi, prevede una rete di stazioni dove è possibile sostituire o ricaricare le batterie delle sue auto elettriche e un modello di business basato sull'idea che a essere venduti non siano i veicoli, bensì l'elettricità (i chilometri). L'attività ha come primo mercato di riferimento Israele, dove le automobili a benzina vengono tassate molto di più di quelle elettriche. La città di Masdar, attualmente in fase di costruzione ad Abu Dhabi, sarà un incubatore di tecnologie pulite a emissione zero di ossido di carbonio. L'iniziativa è sostenuta dagli investimenti, dalle unità produttive, dalla strategia e dalle unità accademiche pubbliche. La città è in se stessa un mercato di riferimento e beneficerà dei sussidi dello Stato, di una condizione di “zona franca”, oltre che di una legislazione di favore. Entrambe le imprese lasciano ben sperare per il superamento di un'economia basata sul petrolio.Titolo originale: How to Jump-Start the Clean-Tech Economy, HBR, November 2009

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center