SISTEMA ITALIA

Fiducia nei partiti a picco. Preoccupa il lavoro

La fiducia complessiva espressa dagli italiani nei confronti dei partiti è scesa ulteriormente ed è oggi attorno al 4%, con una caduta verticale nel tempo: il consenso per le forze politiche era (già basso) pari al 13% nel 2010: oggi si è ridotto a un terzo di quel valore.

Il motivo sta anche nel fatto che, a parere dei cittadini, i partiti si occupano poco dei loro dilemmi reali, di ciò che effettivamente li impensierisce nella vita quotidiana. Ma quali sono questi problemi? In cosa consistono veramente le preoccupazioni principali degli italiani?

Se si domanda ai cittadini del nostro Paese quali sono i temi di cui il Governo dovrebbe occuparsi prioritariamente (è il quesito posto dall’Istituto Eumetra Monterosa su un campione rappresentativo della popolazione con più di 17 anni di età), l’argomento maggiormente evocato è, ancor più che in passato (la domanda era già stata posta qualche mese fa), quello del lavoro e dell’occupazione. Addirittura il 64% degli intervistati, vale a dire a grosso modo due italiani su tre, lo cita come prioritario (nel questionario erano ammesse fino a tre indicazioni di temi rilevanti). Con una concentrazione su questo ordine di problemi molto maggiore rispetto a ricerche precedenti. E una particolare insistenza su di esso da parte degli elettori del PD. Che saranno presumibilmente turbati dal fatto che nelle recenti assise del loro partito, e in generale nel Paese, si sia spesso parlato di occupazione solo in termini nominali, riferendosi genericamente all’urgenza di questa problematica, con pochi approfondimenti propositivi in merito.

Insomma, il lavoro è la priorità degli italiani. Che si irritano e sono poco attenti quando sentono il mondo politico concentrarsi su altri temi considerati alla fine poco rilevanti, come le riforme istituzionali.

Non a caso, segue, nell’ordine degli argomenti più importanti di cui, secondo le risposte dei cittadini, il Governo (e la politica in generale) dovrebbe occuparsi, l’ambito della sanità, indicato comprensibilmente in misura maggiore dai più anziani, specie se pensionati: per le persone oltre i 65 anni questa è la questione prioritaria. Oltre una certa età, la salute diventa la questione principale da risolvere e a cui prestare attenzione. Lo stesso tema è sottolineato in particolare dai residenti nelle regioni meridionali, proprio dove, secondo molti indicatori, la sanità funziona meno. E costituisce un problema drammatico per molti cittadini, specie, come si è detto, i più anziani.

Ma, quasi nella stessa misura, è anche ricordata la questione dell’immigrazione, suggerita come prioritaria da più di un intervistato su tre. Si tratta, specie da qualche anno a questa parte, di una vera e propria emergenza nazionale, che ha molto colpito i cittadini. Essa è particolarmente indicata da chi è più giovane: la segnala ad esempio più del 40% - dunque quasi la metà -  di chi ha tra i 18 e i 24 anni. Ed è sottolineata, in particolare, da chi dichiara l’intenzione di votare per Forza Italia. Con una connessione di significato ai temi della sicurezza. Per molti, a torto o a ragione, più immigrazione significa meno sicurezza. La quale, non a caso, è anch’essa uno dei temi rilevati come prioritari dal campione di intervistati.

Vi sono poi molti altri temi, a partire da fisco e tasse, meno segnalati dagli intervistati. Colpisce lo scarso interesse per le tematiche europee e quelle attinenti alla riforma elettorale, pure spesso al centro dei dibattiti di questi giorni. Ma si capisce che, dovendo scegliere, i rispondenti al sondaggio abbiano privilegiato gli argomenti che loro stavano veramente più a cuore. L’Europa, dunque è sempre più malvista, ma in fondo interessa poco. E la riforma elettorale (che, come i lettori sanno bene, sarebbe invece un provvedimento importantissimo per garantire governabilità al Paese) non è percepita come una priorità.

Occupazione, sanità, immigrazione: questi sono dunque i temi che interessano più gli italiani. E per i quali si aspettano di sentire le proposte – e i provvedimenti concreti – da parte della leadership politica. Assai più di certe alchimie su schieramenti e collocazioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center