Come salvare il pianeta: due strategie a confronto

Il business è il motore delle economie sviluppate, ma divora una quota sproporzionata delle risorse mondiali non rinnovabili e produce una quota sproporzionata delle emissioni. Lo vediamo, dunque, sia come una causa sia come una soluzione al degrado ambientale. Ma in che modo esattamente il business può dare un contributo positivo?Per rispondere alla domanda gli autori esplorano due scuole di pensiero. Secondo una, i consumatori e le aziende dovrebbero fare di più con le risorse che consumano, diventando più abili nel riciclare e processare i propri rifiuti, riducendo complessivamente la propria fame di consumo. Questa visione ha raggiunto forse la sua più chiara espressione nei lavori dell’economista del XIX secolo Thomas Malthus.Nonostante la visione malthusiana eserciti un’influenza profonda, non è per nulla indiscussa. Una filosofia alternativa, che promana dai lavori dell’economista del XX secolo, premio Nobel per l’Economia, Robert Solow si richiama al nostro naturale ottimismo sostenendo che i problemi ambientali e di altro genere possono sempre essere risolti con l’esercizio della genialità umana.Non è difficile vedere che sono abbastanza incompatibili tra loro. La visione malthusiana incoraggia una tendenza alla regolamentazione e al divieto, mentre quella solowiana permea le richieste di deregolamentazione e la promozione della crescita.Ma se dobbiamo compiere dei veri progressi nel risolvere i problemi ambientali mondiali, scrivono gli autori, dovremo essere capaci di applicare ambedue le filosofie.Titolo originale: Saving the Planet: a Tale of Two Strategies, HBR, 4.2012.

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center