Costruire la resilienza

Quello del fallimento è un trauma ricorrente nella vita, ma gli effetti che produce sulle persone variano moltissimo. Ci sono quelli che barcollano, si riprendono e vanno avanti con la propria vita; altri si lasciano intrappolare dall'ansia, dalla depressione e dalla paura del futuro. Seligman, riconosciuto come il padre della psicologia positiva, ha trascorso gli ultimi trent'anni a studiare il fallimento, l'impotenza e l'ottimismo. Ha creato un programma presso l'Università della Pennsylvania per aiutare giovani e bambini a superare l'ansia e la depressione e ha lavorato con colleghi di ogni parte del mondo allo sviluppo di un percorso per l'insegnamento della resilienza. Il programma è stato testato dall'Esercito americano, un'organizzazione che raggruppa un milione e centomila persone e in cui il trauma è più diffuso e pesante che in qualunque altro contesto organizzativo. Ciononostante, anche chi opera nel campo del business può trarre insegnamenti utili da questo percorso sulla resilienza, soprattutto nei momenti di fallimento e stagnazione.Il percorso si chiama Comprehensive Soldier Fitness e ha tre componenti: il Global Assessment Tool, un test per l'idoneità psicologica (somministrato, fino a oggi, a oltre novecentomila soldati); corsi di miglioramento personale da seguire dopo aver fatto il test e un “master resilience training” (MRT), per i sergenti istruttori. L'MRT si occupa soprattutto di migliorare la resistenza mentale, portare alla luce e affinare i punti di forza e incoraggiare lo sviluppo di relazioni forti: tutte competenze chiave per qualunque manager di successo.Titolo originale: “Building Resilience”, HBR, April 2011.

prezzo 5,00

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 2500

Temi più seguiti

Partner center